Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Per la pubblicità… c’è MasterCard

Pubblicato su da ustorio

 

MasterCard e Visa starebbero valutando l'ipotesi di fornire a terzi informazioni sugli acquisti tramite carta di credito per migliorare l'advertising.

Un nuovo cambiamento potrebbe presto prender piede all’interno del già complesso e cangiante mondo dell’advertising online. Fine ultimo delle aziende attive nel settore è da sempre quello di comprendere il maggior numero possibile di informazioni sui propri visitatori per offrire loro pubblicità pertinenti con i gusti e le preferenze di ciascuno di essi, e per venir loro incontro potrebbero scendere in campo due colossi del calibro di MasterCard e Visa. Il tutto, semplicemente, fornendo i dettagli in loro possesso sui propri clienti.

Il ponte tra le campagne di advertising è gli istituti di credito sarebbe in questo modo costituito mattone su mattone dagli acquisti effettuati tramite carta di credito dai rispettivi possessori. «Si è ciò che si compra» è una delle frasi che compare nel documento ufficiale firmato da MasterCard ed ottenuto in esclusiva dal Wall Street Journal: un paradigma, questo, che ben rispecchia quelle che sono le idee con le quali il colosso statunitense intende sfruttare il proprio immenso database di informazioni sulle migliaia di transazioni economiche che quotidianamente attraversano il proprio circuito di credito.

Il tutto non sarebbe però esente da problemi legati alla privacy dei clienti: per tale ragione MasterCard ha evidenziato come al momento il progetto sia ancora in fase di studio, con l’ipotesi di un campionamento anonimo per il tracciamento dei dati da rivendere poi alle aziende operanti nel campo dell’advertising online che prende corpo giorno dopo giorno. La stessa società ha poi tranquillizzato tutti i propri utenti riguardo l’assenza di informazioni utili a tracciare ciascuno di essi tra quelle fornite eventualmente ad aziende esterne.

Sulla stessa scia sembra essersi collocata anche Visa, che starebbe valutando un simile progetto da varare entro breve tempo. Progetto che, unito a quello targato MasterCard, potrebbe rappresentare di fatto l’ingresso sulla scena di un nuovo polo nel già ricco universo delle campagne pubblicitarie online, cui queste ultime potrebbero attingere a piene mani nuova linfa vitale per migliorare ulteriormente la propria efficienza.