Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog

STOP AI CONTRATTI "FIRMATI" AL TELEFONO

Pubblicato su da ustorio

~~L’Antitrust ha recepito la direttiva europea in materia, che entrerà in vigore il 14 giugno: per stipulare qualsiasi accordo ci vorrà comunque il consenso scritto o elettronico. Regole più stringenti per l'ecommerce.

Stop a contratti stipulati al telefono quasi senza accorgersene. Presto, per dire di sì, ci sarà comunque bisogno della firma. L'Antitrust ha infatti recepito la direttiva europea in materia, che entrerà in vigore il 14 giugno. LA STRETTA SULL'ECOMMERCE Mai più sorprese anche per quanto riguarda le tariffe di gas e luce: le pratiche scorrette diventano competenza dell'Antitrust che può stangare chi sgarra con multe fino a 5 milioni di euro. Ma è sull'e-commerce che si concentra la stretta. Il settore è in crescita costante ma i sospetti degli italiani non sono ancora stati superati. I beni comprati in Rete, infatti, dovranno essere consegnati senza ritardi ingiustificati ed entro 30 giorni o il consumatore può recedere dal contratto. Per esercitare il diritto di rimborso, da giugno, arriva un modulo standard universale. Contemporaneamente, si allunga da 10 a 14 giorni il tempo a disposizione per cambiare idea nelle vendite a distanza. Il cliente deve ricevere il rimborso di quanto pagato entro 14 giorni. CAMBIANO ANCHE I SERVIZI AEREI Il giro di vite riguarderà anche i call center: le telefonate al servizio per l'assistenza non possono avere un costo superiore alla tariffa base della linea telefonica. Infine, spariscono i format pre-compilati per i servizi aggiuntivi: chi propone, per esempio, assicurazioni facoltative nel caso dei biglietti aerei, dovrà richiedere il consenso esplicito. Non basta permettere di rifiutarle, spiegano dall'Antitrust, va capovolto il meccanismo.

Leggi i commenti

Connessione lenta, basterà un clic per segnalarlo

Pubblicato su da ustorio

~~Da lunedì non saranno più necessari fax e raccomandate

~~Problemi di connessione lenta? Da lunedì prossimo risolvere il problema sarà più…veloce. L’Agcom ha introdotto nel sito www.misurainternet.it nuove procedure che consentono inviare i reclami tramite un semplice clic. Basta con le lungaggini e i costi di fax e raccomandate. Dal 7 aprile gli utenti potranno inviare il reclamo nell’area del sito apposita. Gli operatori se ne faranno immediatamente carico e provvederanno a risolvere il problema Per godere del servizio gli utenti dovranno registrarsi dopo aver installato il software Ne.me.sys, che darà loro riditto al certificato di qualità del loro accesso ad internet con valori inferiori a quelli promessi contrattualmente dall’operatore di telefonia fissa.

Leggi i commenti