Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Banda larga, le velocità reali delle ADSL da 7Mbit e da 20Mbit in Italia

Pubblicato su da ustorio

Quanto vale davvero una linea a banda larga in Italia? Gli abbonamenti dei principali gestori offrono linee sino a 7, 8 10 o 20 Mbit, ma davvero abbonandoci a una 20Mbit avremo una linea effettivamente con queste prestazioni? Stando al report prodotto da SOS Tariffe no. Il rapporto si basa su oltre 200.000 rilevamenti effettuati grazi a uno speed test dedicato allo scopo di creare una mappa delle reali prestazioni delle linee a banda larga nostrane.

Test che ovviamente, come sottolinea SOS Tariffe, ha solo valore indicativo e non statistico. I risultati sono comunque molto interessanti e non certamente postivi. Vediamoli assieme.

Il report ha diviso i risultati in due fasce: la prima per le linee ADSL da 7Mbit e la seconda per le linee da 20Mbit.

Per quanto riguarda le 7Mbit, SOS Tariffe riporta che la velocità media in Italia di queste linee a banda larga sia di 3,75Mbit. Un risultato davvero negativo, addirittura in calo rispetto alle rilevazioni del 2010 che mostravano una media di 4,08Mbit.

Guardando più a fondo i risultati, si scopre che la regione più virtuosa è laValle d’Aosta con 4,294Mbit medi, seguita da vicino da Sardegna e Liguria. Quattro sono invece le regioni sotto la media: Veneto, Abruzzo, Umbria e Trentino Alto Adige.

Ancora peggio se possibile i rilevamenti delle linee da 20Mbit.

Qui la media nazionale in proporzione è davvero clamorosamente bassa perché si attesta attorno ai 7Mbit effettivi. Risultato davvero mediocre, sicuramente influenzato anche dalla bassa qualità delle infrastrutture (doppini usurati, distanza casa-centrale) che in molti casi non permette di raggiungere alte velocità.

In questo ambito le regioni più virtuose sono la Sardegna e il Piemonte, mentre il premio per la provincia più “rapida” spetta a Massa con 8,823Mbit effettivi medi.

Dati che testimoniano come ci sia ancora molto da lavorare in Italia in questo settore, ma questa purtroppo non è una grande novità.